Curiosità - Case e appartamenti per vacanze - Case nel Silenzio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Curiosità

COSE DA FARE

Presso le nostre strutture che si trovano lungo il percorso del Grande Anello dei Sibillini (Vª TAPPA),
è possibile sostare e pernottare.

In questa tappa si attraversano le propaggini orientali del M. Amandola e del M. Priora, che sovrastano le strette incisioni della Valle dell'Ambro e del Tenna, caratterizzate da profondi e suggestivi canyon, come la Gola dell'Infernaccio, scolpiti nella roccia calcarea dall'azione erosiva dell'acqua.
Il G.A.S. è un itinerario escursionistico di circa 120 Km che abbraccia l’intera catena montuosa. Articolato in nove tappe, è completamente segnalato e permette di conoscere, oltre alla molteplicità di paesaggi e bellezze naturali, parte dell’inestimabile patrimonio storico culturale che il Parco dei Monti Sibillini conserva.

Vi è la possibilità di poter effettuare molteplici attività:

  • Gli amanti dei tartufi avranno l'opputunità, in determinati periodi dell'anno, di partecipare con noi ed i nostri fedeli cani ad escursioni per scoprire e raccogliere i preziosi tuberi che crescono nel nostro territorio.

  • Percorsi trekking.

  • Percorsi in mountain-bike.

  • Passeggiate a cavallo.

  • Passeggiate più impegnative lungo le creste e dorsali dei Monti Sibillini.

  • Per chi volesse iniziare o approfondire un percorso di fede,  questo luogo si presta molto alla contemplazione.  A 600 metri, infatti si trova il  monastero di SS. Vincenzo ed Anastasio (XIII sec.) gestito dai frati francescani dell'Immacolata,  disponibili per momenti di preghiera individuale e collettiva.                                     

                                                                                
Il posto vanta anche la casa natale del Beato Antonio, protettore di Amandola.



ESCURSIONI



  • LAGO DI PILATO : Situato a 1940 metri slm, racchiuso fra le alte vette del monte Vettore il Lago di Pilato è l'unico lago glaciale degli Appenini. Ospita un piccolo crostaceo dal tipico colore rosso, specie unica al mondo (Chirocefalo del Marchesoni). Da Foce di Montemonaco -Distanza a piedi: h. 3:00 ca.  

  • SIBILLA (Grotta delle Fate): La vetta offre la più bella  panoramica dei Monti Sibillini, sul monte Sibilla a 2145 mt. si trovano i ruderi dell'entrata, famosa per le sue leggende. Dal Rifugio della Sibilla- Distanza a piedi : h. 1.30.

  • GOLA DELL'INFERNACCIO: Uno   dei   più   suggestivi   canyon   dei Monti Sibillini,, il sentiero segue il fiume Tenna, durante il tragitto, deviando per l'eremo di S.Leonardo, si raggiunge la   chiesa  dell'eremo (1130 mt.) dove Padre Pietro ha ricostruito una Chiesa su antichi ruderi gotici. Da Rubbiano- Distanza a piedi : 35 minuti.

  • MONTE VETTORE: Il Monte Vettore (2476 mt.) è la vetta più alta dei Monti Sibillini, sulla cima si gode di un vasto panorama, in particolare nelle giornate limpide si può vedere ad est il mare Adriatico. Da Forca di Presta - Distanza a Piedi: h. 3.00

EVENTI

Il turista che sosta nelle nostre strutture può in soli 10 minuti raggiungere Amandola, il centro più importante del Parco Nazionale dei Sibillini.
Da qui si può intraprendere un percorso dove magia, arte, storia e folklore si intrecciano in quanto inscindibili gli uni dagli altri.
Il nome stesso "Amandola" ci ricollega ad una delle più intriganti leggende.
Questo nome deriva, infatti  dall'albero del mandorlo, simbolo della trasfigurazione di una fanciulla (figlia del Re di Sparta, Licurgo) dopo una delusione d'amore.
Per chi è appassionato di arte e storia, notevoli sono le chiese ed i musei da visitare:

  • Abbazia dei SS. Vincenzo ed Anastasio (secolo XIII) a 600 metri dalle nostre strutture

  • Chiesa di Sant'Agostino

  • Monastero di S. Lorenzo e Chiesa di S. Pietro (Monastrero Benedettine)

  • Convento e Chiesa dei Cappuccini

  • Chiesa e Chiostro di San Francesco

  • Chiesa della SS. Trinità

  • Chiesa di S. Maria a Piè D'Agello

  • Chiesa dei SS. Ruffino e Vitale (a 6 Km da Amandola)

  • Chiesa d S. Pietro in Castagna (a 3 Km da Amandola)

  • Museo della Cultura Contadina

  • Museo Antropogeografico.


Alcune manifestazioni animano Amandola durante il corso dell'anno:

  • Carnevale "De li Paniccià" (Domenica di Carnevale).

Il termine "Paniccià" deriva dal soprannome dato agli amandolesi che anticamente si dedicavano alla tintoria delle stoffe (panni). Si tratta di una sfilata di gruppi mascherati e carri allegorici, per le vie della città.   La manifestazione si conclude con la premiazione effettuata da una giuria.

  • Processione delle Canestrelle (Ultima Domenica di Agosto).

Tale manifestazione si svolge in occasione della Festa del Beato Antonio, patrono di Amandola dal 1470. La sfilata delle "Canestrelle" colme di grano, dopo aver percorso le vie principali della città, arriva in piazza per poi procedere verso la Chiesa di Sant'Agostino ed offrire al Beato Antonio il frutto del lavoro dei campi.

  • Diamanti a tavola - Mostra mercato del Tartufo Bianco dei Sibillini (Seconda Domenica di Novembre).

Percorrendo le vie del centro storico, il turista inizia un viaggio attraverso una moltitudine di odori e sapori tipici della nostra terra. L'itinerario arriva al Chiostro di San Francesco dove i profumi diventano mano a mano pungenti, forti ed inebrianti.  Esperti espositori mettono in bella mostra preziosi diamanti dalle carature diverse: i tartufi bianchi dei nostri Monti Sibillini.




Apertura del Carnevale De li Paniccià



Rievocazione storica delle Canestrelle

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu